LOCANDINA_TeatroComico

Laboratorio di Teatro Comico – Scrittura & Recitazione – NUOVO!

tutti i lunedì dalle 21 alle 23

Aperte le iscrizioni per la stagione 2017-2018
Prenota la tua lezione di prova gratuita
info costi: 334 1598407

Conducono: DONATELLA MEI & FRANCESCA LA SCALA

Aperto ad attori, autori e a chiunque sia interessato al gioco dell’improvvisazione e della creatività comica ed ironica (con almeno 1 anno di esperienza di laboratori teatrali).

Che si possa ridere delle proprie tragedie è risaputo, che si possa farlo e recitarlo, magari anche in versi, è quello che il laboratorio si propone e vi propone.

Il laboratorio intende fornire agli allievi gli strumenti necessari alla recitazione e alla scrittura comica di ogni genere. Attraverso l’analisi di testi comici esistenti, l’interpretazione e l’improvvisazione, si proverà a trasformare quella che l’allievo considera un’avventura “tragica” in un pezzo comico o una poesia comica.

• Programma:
– Analisi degli aspetti grotteschi e comici dell’esperienza drammatica
– Improvvisazione e stesura di un testo comico
– Trasformazione di un testo drammatico in comico
– Interpretazione, tempi comici e lettura

• DONATELLA MEI

Attrice, autrice e organizzatrice culturale, vive e lavora a Roma. Dal 2000 si occupa di cabaret e poesia performativa. Inizia la sua carriera di attrice partecipando allo spettacolo L’apocalisse di Leo De Berardinis. Nel 2000 fonda il gruppo di poesia giocosa I Poeti Transgeniali e nel 2002 Le Passere Solitarie, recitando nei maggiori teatri italiani in “Il Bello Addormentato” di Maurizio Costanzo e Gianni Fantoni.

Partecipa a trasmissioni radiofoniche e televisive (Maurizio Costanzo Show, Ottovolante, Le Invasioni Barbariche, RaiSat, Futura Tv, Radiorock, Radio Centro Suono, Ecoradio). È presente in numerose antologie tra cui Pink Ink, La notte È il mio giorno preferito, 20 anni di Haiku e Poesia a comizio (Casa Editrice Empiria).

Pubblica nel 2008 la raccolta Tesoro no per l’editore Libero di scrivere, da cui trae parte del testo dello spettacolo “Non sono Sharon Stone ma qualche uomo l’ho avuto anch’io”, rappresentato con successo nel 2009 al Teatro dell’Orologio di Roma, con repliche nei teatri del Belpaese.

È stata vincitrice del premio Haiku 2004 e 2007 indetti da Empiria e dell’Istituto di Cultura Giapponese, del Premio Capoliveri Haiku 2007 e del Premio Internazionale Nosside 2014.

Nel 2010 scrive e mette in scena “Si chiamava Donatella come me” che debutta nel novembre 2011 al Teatro di Documenti di Roma con repliche in vari teatri di Roma e di altre città. Lo spettacolo è stato portato anche nei licei e nei centri sociali del paese.

Nel 2013 riscrive le donne più importanti di Shakespeare in chiave umoristica e, al Teatro dei Satiri di Roma, “Desdemona, Ofelia, Giulietta e le altre (ovvero se Shakespeare fosse stato femminista)” riceve un notevole successo di pubblico e critica.

Nel 2015 è la volta della trilogia “Dora Maar”, “Tina Modotti”, e “Camille Claudel”, studi su tre artiste del passato, un passato che non aveva voluto riconoscerle. Studi andati in scena a Lucha Y Siesta, casa internazionale per donne in difficoltà.

12901169_10206526243901083_2223405032636921231_o

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

• FRANCESCA LA SCALA

Inizia a esibirsi a 14 anni come ballerina e cantante professionista (Castrocaro e Sanremo Giovani) a 17 inizia il suo percorso teatrale con spettacoli di genere brillante/musicale. A 22 anni si diploma con borsa di studio al conservatorio teatrale di G. B. Diotajuti e A. Pierfederici (ex Scaletta). Dopo il diploma fonda insieme a Daniele Timpano l’ass. cult. “Amnesia Vivace” con la quale affronta un percorso di ricerca teatrale tra i classici e la drammaturgia contemporanea. In collaborazione con altre associazioni quali “Circo Bordeaux” (Andreoli/Riondino/Amato/Vaccaro) Labit (Linari) e Olivieri/Ravelli Teatro (Franceschelli/Guercio/Di Loreto/Margari) di quest’ultima diventerà parte integrante, contribuisce attivamente alla realizzazione di diverse edizioni del progetto “Ubu settete” rassegna di compagnie italiane che allestiscono spettacoli di ricerca e drammaturgia contemporanea.

Nel 2003 vince il premio “miglior attrice non protagonista” nella rassegna “Schegge d’Autore” (Timpano/D’angelo). Allo stesso tempo prosegue il suo impegno nel teatro per ragazzi, è direttrice artistica della “Compagnia di Navigazione Mista” e protagonista di numerose produzioni della “Compagnia delle Stelle” al teatro IL Sistina e Brancaccio.

Nei periodi di pausa prosegue lo studio di diverse tecniche e approfondimento della recitazione (stage con B. Bracco, M. Avogadro, F. Gili, classe annuale tecniche Strasberg con Viviana di Bert).

Nel 2015 ottiene la nomination come migliore attrice per “S’ignora”(Franceschelli/Guercio) al Roma Fringe festival.

Protagonista di diversi spot televisivi e corti cinematografici indipendenti.

Nel 2016 gira il lungometraggio “Dopo la metamorfosi” di L. Spagnol

14258244_10207505533617010_244021638976559174_o

 

 

 

 

 

 

 

 

Minimo 6 partecipanti

CENTRO CULTURALE ARTEMIA
Via Amilcare Cucchini, 38 Roma
(Zona Portuense Forlanini)
Tel. 334.1598407
info@centroculturaleartemia.org