OK_LOCANDINADanzaOreJazz

Belly Jazz Dance – corso di danza orientale e jazz

Tutti i mercoledì dalle 19.30 alle 21

E’ POSSIBILE PRENOTARE UNA LEZIONE DI PROVA GRATUITA
DURANTE TUTTO IL MESE DI GENNAIO (anche via SMS): 334 1598407

Conduce: LORETTA ROSSI STUART

Oriente ed occidente si incontrano in uno stile completo, femminile ed energico in una fusione tra danza del ventre e jazz!

la Belly Jazz Dance” dona al corpo la Fluidità e la Femminilità della prima ed il Tono muscolare, nonché l’impostazione corporea, della seconda.

Per la donna è importantissimo porre l’attenzione alla zona del bacino, sede di tensioni e blocchi di cui non siamo consapevoli: con le sue origini come rito propiziatorio della fertilità, la danza del ventre attiva l’energia racchiusa a livello del “Hara”, la parte inferiore del busto, fondamentale anche nelle arti marziali; lavora la zona della schiena, liberandola dalle rigidità e assottiglia il punto vita; esalta la femminilità dando grazia ai movimenti di braccia e mani.

Elementi di danza jazz non fanno che renderla più completa dal punto di vista coreografico, più movimentata e varia, oltre a disciplinare il fisico ad un lavoro muscolare diretto sia alla tonicità che all’elasticità.

Il risultato è un corpo sciolto, tonico, allungato nello spazio ed uno spirito più leggero ed aperto a giocare con la propria sensualità.

LORETTA

 

LORETTA ROSSI STUART
Attrice, autrice e coreografa.
Da sempre attratta dall’Oriente in generale, non sorprende come, la prima volta che cominciai a curiosare nelle varie sale dove si svolgevano lezioni di tutti i tipi , sia stata attratta proprio da una danza misteriosa e affascinante come il “Raks Sharqi”.  Piccolo escursus storico:
La danza sensuale per eccellenza, la danza del ventre, veniva in realtà eseguita migliaia di anni fa dalle donne per le donne: come rituale di fertilità in tutta la Mesopotamia in onore della Grande Dea e nelle cerimonie religiose dedicate alla Divinità Femminile, nel grande Tempio di Artemide dalle sacerdotesse.
“Raks sharqi” in Arabo, “Belly Dance” in Inglese, la Danza Orientale ha innumerevoli stili che continuano a mescolarsi ed evolvere: la diffusione di quest’arte è in parte da attribuire alle popolazioni Rom, che dall’India si spostarono via terra verso l’Europa fino alle rive del Mediterraneo.

 

 

CENTRO CULTURALE ARTEMIA
Via Amilcare Cucchini, 38 Roma
(Zona Portuense Forlanini)