(E)migranti

Una valigia di racconti e melodie in bilico sull’acqua 

Sabato 17 novembre • ore 21
Domenica 18 novembre • ore 18

PRENOTAZIONI: 334 1598407 (anche SMS)
Si prega di arrivare quindici minuti in anticipo

di EMILIANO METALLI

con: Anita Ermini, Miriam Fabbrizi, Claudio Gualtieri, Silvia Lombardi, Lucia Pacchelli, Angela Serino e Carlo Zimmatore

Le bambole di scena sono una creazione originale di Marina Gamucci

l’incasso sarà devoluto in favore di Africa Sottosopra onlus per i progetti di sviluppo in Malawi

• Sinossi

(E)migranti è uno spettacolo di narrazione, azione e musica sul tema della migrazione italiana e non solo, in una dimensione fuori dal tempo e quasi al confine con il mito.

Gli interpreti impersonano più ruoli, di volta in volta trasformandosi e raccontando storie di uomini e, soprattutto, di donne che hanno subito o scelto la strada della migrazione, tornando poi a casa o perdendo le loro radici e i legami con la patria.

I testi, ispirati a romanzi, racconti e storie vere, narrano di tradizioni e volti di un mondo quasi scomparso: fra fattucchiere cui affidare l’amore di un marito in partenza, delitti d’onore dal sapore melodrammatico, feste religiose o popolari sospese nella memoria, sogni e speranze, disillusioni e morti si incrociano i destini degli italiani in fuga che non differiscono poi molto da quelli dei nuovi migranti che oggi si avvicinano alle nostre coste.

La musica, che recupera melodie e armonie dalla tradizione popolare innestandole nel racconto come accade nella memoria, amplifica il ricordo di quel che è stato e non va dimenticato e fa riflettere su quello che ancora sta accadendo nel Mediterraneo.

CENTRO CULTURALE ARTEMIA
Via Amilcare Cucchini, 38 Roma
(Zona Portuense Forlanini)