Anfotero – Rassegna di Teatro Sperimentale “SperimentArti”

HS, Primo piano, Spettacoli e Rassegne

Lunedì 12 febbraio • ore 10
Martedì 13 febbraio • ore 10

PRENOTAZIONI: 3341598407 (anche via SMS o WhatsApp)
Si prega di arrivare almeno 15 minuti prima per non perdere la prenotazione.

Il progetto, promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, è vincitore dell'Avviso Pubblico, curato dal Dipartimento Attività Culturali, per il reperimento di progetti per la concessione di contributi destinati a sale teatrali private con capienza inferiore a 100 posti, per progetti di ricerca e sperimentazione per la Stagione 2023/2024.

scritto e diretto da Giorgio Volpe
con Giorgio Volpe e Gisella Cesari
aiuto regia Deialnira Russo
scenografia GsG - teatro
costumi Sara Scotto Di Luzio
collage Angela Infante
grafica Simona Paolantoni

• Sinossi:
Se durante l’infanzia non ricevessimo condizionamenti in merito alla sessualità arriveremmo forse – da bambini, da adolescenti, persino da adulti – a non porci troppi interrogativi (spesso legati a pregiudizi) in merito all’identità di genere e alle preferenze sessuali? Se alla base della nostra educazione non ci fossero i condizionamenti di cui sopra, sentiremmo ugualmente il bisogno di definire un comportamento giusto o sbagliato?
Al giorno d’oggi i termini giusto/sbagliato e natura/contro natura si definiscono sulla base di condizionamenti (di derivazione culturale e religiosa) che vanno a limitare la personale libertà di espressione dell’individuo.
Viviamo, chi pi. chi meno (i fattori che determinano il nostro grado di condizionamento sono molteplici), secondo uno schema che ci viene inculcato da piccoli. Uno schema che spesso, purtroppo, ci limita e ci rende ostili verso le diversità..
Anfotero, attraverso un linguaggio semplice e diretto, si pone come obiettivo quello di valorizzare le diversità abbattendo qualsiasi tipo di pregiudizio. Sentiamo il bisogno di parlare di diversità perché. la diversità esiste, fa parte di noi, e non deve essere pretesto di derisione, emarginazione e fobia (xenofobia, omofobia, misantropia, trans-fobia, ecc.). La tradizione deve iniziare a essere considerata una fra le tante possibilità giunto il momento di equiparare la tradizione alla diversit. in una visione libera e poliedrica dell’esistenza umana. . una battaglia in corso da secoli, basti pensare ai neri, agli ebrei – solo per citare alcuni esempi emblematici di discriminazione.
Anfotero, attraverso la potenza comunicativa del teatro (e dell’arte in generale), si pone come obiettivo quello di raccontare la diversità per quello che .: un universo a cui non siamo abituati, dal quale spesso prendiamo le distanze in quanto passivamente guidati da pregiudizi preesistenti.
C’. un termine che in questi ultimi anni fa parlare molto di s. (come si trattasse di un neologismo), sollevando non poche sterili polemiche e inesistenti teorie. Il termine sotto i riflettori .: GENDER. Quale sconvolgente significato si nasconde dietro questa misteriosa parola bisillabica? Basta eliminare la “d” e aggiungere una “e” alla fine per ottenere la traduzione italiana e forse anche una maggiore chiarezza sulla sua accezione: GENERE.
La parola “genere” ci accompagna sin dalla giovane et.: chi non lo assocerebbe, anche a distanza di anni, all’analisi grammaticale appresa alle scuole elementari?

... eppure, ogni volta che si parla di gender scoppiano le polemiche a cui si accennava sopra. Il genere include aspetti come l’identità di genere e la sua espressione, ma non l’orientamento sessuale; pertanto l’identità di genere non va confusa con le preferenze sessuali. L’identità di genere rappresenta una consapevolezza interiore e radicata, quella del genere con cui una persona si identifica, mentre le preferenze sessuali riguardano l’attrazione emozionale, romantica e/o sessuale, di una persona verso individui dello stesso sesso, di sesso opposto, o di entrambi i sessi.
Perché Anfotero? In chimica un anfotero . una sostanza che può manifestare sia un comportamento acido che uno basico, come ad esempio l’acqua. Allo stesso modo di un anfotero, credo che un essere umano – maschio o femmina che sia – possa manifestare sia comportamenti maschili che femminili aldilà del proprio sesso biologico oltre che del proprio orientamento sessuale.

• Trama
Anfotero . un insieme di frammenti di vita quotidiana che Andrea e Lorenzo raccontano interpretando le varie situazioni presentate dallo spettacolo. Un racconto di crescita, fatto di incontri, difficoltà cose belle e altre meno piacevoli. Questi frammenti di vita quotidiana puntano a far emergere alcune fra le tante realtà individuali che costituiscono l’ampio ventaglio della diversità “La diversità un valore, non un fastidio da nascondere o, peggio, da negare” (Marco Cattaneo, direttore di National Geographic Italia): questo . il concetto che Anfotero mira a diffondere.

Ingresso spettacoli: GRATUITO fino ad esaurimento posti.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 334 1598407 (anche via WhatsApp e/o SMS)

Direttrice Artistica: Maria Paola Canepa
Ufficio stampa: Andrea Alessio Cavarretta • andreaalessiocavarretta@gmail.com
Media Partner: Kirolandia

Centro Culturale Artemia
Via Amilcare Cucchini, 38
Roma (zona Monteverde – Portuense/Forlanini)

Come arrivare:
Metro B fermata “San Paolo” + Bus 128 fermata “Santa Passera”
Bus 710 fermata “Piazza Piero Puricelli”
Bus 775, 781 e 780 fermata “Santa Passera”

Altri eventi similari

Uno spazio dove la cultura, l’arte e la creatività possano sostentare l’animo e lo spirito di chi voglia avvicinarsi.

Indirizzo: Via Amilcare Cucchini, 38
ROMA - ITALIA
Telefono: 334.1598407
e-mailinfo@centroculturaleartemia.org

Newsletter

Ricevi le nostre notizie sulla tua email.
REGISTRATI

CENTRO CULTURALE ARTEMIA

Amici di Artemia